Gli aforismi fanno trendy

La nostra epoca è permeata di parole. Lo stimolo parlato, sussurrato, letto, commentato, condiviso nelle molteplici piattaforme in cui ci si incontra, più o meno virtualmente, a scambiarsi idee, emozioni, anche cazzate. In tutto questo ricorrono in maniera quasi ossessiva gli aforismi, in senso stretto, quali appunto citazioni di scrittori o personaggi più o meno conosciuti del passato e del presente, e le ‘frasi fatte’, frasi di senso comune o modi per catalogare la realtà. Credo che psicologicamente serva all’essere umano l’illusione che la realtà sia catalogabile, che le cose possano essere ridotte a uno ‘scheletro’ essenziale che ci permetta di riconoscerle, di sapere come comportarci, per evitarci inconsulte reazioni, l’essere spiazzati di fronte a una situazione piuttosto che il soffrire a causa di essa. E’ diventato quasi un accanimento, quello di rifarsi ad aforismi o frasi di senso più o meno comune, anche tailor- e self-made, che ci permettano di descrivere una qualsiasivoglia cosa o persona.

Ma la realtà è veramente riducibile a tutto questo? C’è una frase di Kurt Cobain che riporto qui di seguito e che mi piace molto riguardo la verità. E be’, non sono riuscita nemmeno stavolta a sottrarmi alla moda degli aforismi. Che in fondo, fanno trendy.

E la verità è che non c’è verità, che nessuno se ne va mai per davvero e nessuno resta per sempre.

Image